martedì 11 aprile 2017

Appunti dopo l'assemblea degli Alberghi Diffusi


Al termine della 20a assemblea nazionale degli alberghi diffusi desidero ringraziare tutti i partecipanti e aggiornare brevemente quanti non hanno potuto raggiungerci.
Grazie in particolare a Fortunato Baliani, un vero professionista dell'ospitalità, che gestisce l'albergo diffuso Torre della Botonta con passione, e che ha organizzato tutto alla perfezione. Fortunato Baliani è stato fino a poco fa anche un grande campione del ciclismo italiano e siamo onorati di poterlo avere ora con noi nell'Associazione degli Alberghi Diffusi. Desidero poi ringraziare soprattutto i gestori di AD venuti da lontano (Sardegna, Piemonte, Calabria, Basilicata... tutta l'Italia era ben rappresentata). 
Durante l'Assemblea siamo stati in contatto telefonico con il Ministero, grazie alla dottoressa Ottavia Ricci, abbiamo fato il punto sulle iniziative realizzate e quelle in programma, abbiamo affidato ai consiglieri diversi progetti da coordinare, e soprattutto abbiamo fatto rete, perché gli ospiti di un albergo diffuso possono essere ospiti di tutti gli AD, e abbiamo condiviso passione e entusiasmo, con i nuovi associati.
L'assemblea è stata anche l'occasione per discutere nuovi progetti (il Festival del corto negli AD, un blogtour specializzato per il fitness, un nuovo catalogo degli AD, un workshop a Shanghai il 19 ottobre, la partecipazione alle prossime fiere turistiche in Italia, una nuova convenzione con le Associazioni professionali, il nuovo marchio dell'ADI...)
Nei prossimi giorni porteremo in Giappone le proposte degli alberghi diffusi italiani. 


mercoledì 5 aprile 2017

Rassegna stampa sugli alberghi diffusi (47a puntata)


"Dobbiamo portare sempre più turisti nel Meridione e promuovere in generale l’ idea dell’ hotel diffuso, dello stile di vita italiano: il viaggiatore che arriva da lontano deve dormire in una casa ristrutturata, non in una stanza di hotel che annulla le specificità del territorio». Una dichiarazione del Ministro Franceschini, riportata il 9 marzo 2017 dal Corriere della Sera, che ci fa piacere

AD a Borgomaro in Liguria
http://www.turismo.it/natura/articolo/art/borgomaro-profumo-di-erbe-aromatiche-liguri-id-13857/

Il Canto del Maggio, un AD nella Toscana

il Borgo di Mustonate in Fiera
http://www.laprovinciadivarese.it/stories/varese-citta/il-borgo-di-mustonate-va-in-fiera_1228715_11/

l’AD Borgo di Sempronio sulla stampa

L'AD Borgo di Mustonate ancora sulla stampa http://www.turismo.it/natura/articolo/art/lombardia-borgo-di-mustonate-piaceri-campestri-id-13793/

AD Ecobelmonte

turismo nei borghi e AD

Albergo Diffuso in portoghese
Sextantio: quando um vilarejo transforma-se em um albergo diffuso

Santo Stefano di Sessanio, primo AD dell’Abruzzo

http://www.unconventionaltour.net/santo-stefano-di-sessanio/

sabato 18 marzo 2017

Benvenuti a Santo Stefano di Sessanio




"Benvenuti a Santo Stefano di Sessanio, dove il tempo sembra essersi fermato. Siamo in Abruzzo, in un borgo che grazie all'idea dell'albergo diffuso è diventato tra i fiori all'occhiello del turismo made in Italy; ecco cosa ci ha raccontato Daniel Kihlgren, filosofo e proprietario di Sextantio"
Grazie a Serena Bonamassa che ha scritto l'articolo e all'amico Daniel Kihlgren per la bella intervista, e per aver ricordato ai lettori che "La definizione di albergo diffuso è stata data dal Prof. Dall'Ara, il nostro principio guida è quello della tutela, fino al restauro del patrimonio storico; ad esempio un elemento fondamentale è stato quello degli arredamenti".
https://www.ilgiornaledigitale.it/santo-stefano-di-sessanio…

giovedì 9 marzo 2017

L'albergo diffuso nelle parole del Ministro


"Dobbiamo portare sempre più turisti nel Meridione e promuovere in generale l’ idea dell’ hotel diffuso, dello stile di vita italiano: il viaggiatore che arriva da lontano deve dormire in una casa ristrutturata, non in una stanza di hotel che annulla le specificità del territorio». Una dichiarazione del Ministro Franceschini, riportata il 9 marzo 2017 dal Corriere della Sera, che ci fa piacere