mercoledì 16 maggio 2012

Appello agli Alberghi Diffusi e alle altre forme di ospitalità diffusa

Appello agli Alberghi Diffusi. Il modello dell'albergo diffuso sta vivendo una vera e propria esplosione a livello internazionale. Non si contano più gli articoli che appaiono in tutto il mondo sul nostro modello di ospitalità. E i nostri spazi web registrano picchi di visitatori internazionali interessantissimi. Sono poche le Regioni che hanno capito quanto il nostro modello sia interessante ai fini di uno sviluppo compatibile, pochissime investono su di noi. Il Ministero, l'Enit, e più in generale l'establishment turistico ci ignorano, e forse è meglio così. Spetta dunque ai privati cogliere il momento magico, e l'unico modo per farlo è di agire da Alberghi Diffusi fino in fondo.
Il modello dell'Albergo Diffuso, messo a punto faticosamente da chi vi scrive, è una delle poche proposte in grado di rispondere alle esigenze di una domanda attenta alla sostenibilità, all'esperienza territoriale, all'autenticità e alle relazioni, e può contagiare positivamente le altre proposte di ospitalità più tradizionali (in primis gli alberghi). Dopo il grande interesse negli USA e in Europa, ora sembra che i paesi latino-americani possano diventare il nostro mercato di riferimento in questa fase di internazionalizzazione del modello dell'AD. Grazie a quanti ci seguono e ci sostengono, grazie agli AD riconosciuti ufficialmente. E permettetemi un appello a quanti usano il termine Albergo Diffuso ma non sono riconosciuti: Se pensate di essere davvero Alberghi Diffusi, aggiungetevi ai 59 ufficialmente riconosciuti dall'Associazione, e contribuite anche voi a questa bellissima avventura! Giancarlo Dall'Ara

Nessun commento:

Posta un commento